tunnel e patate

La giunta comunale ha rilanciato l’ipotesi -molto ipotetica- di fare un tunnel che passi sotto la collina e colleghi le due estremità della città evitando il centro. Io mi sono giusto spostato sotto la collina per essere tranquillo e all’aria aperta. Con il culo che ho ultimamente, va a finire che mi ritrovo l’imbocco del tunnel in mezzo all’orto.

Olimpiadi

Tanti tanti anni orsono, correva l’anno 1896, ad Atene si apriva la prima olimpiade dell’era moderna. Come si può leggere nei siti di storia, le olimpiadi erano state vietate dall’imperatore Teodosio circa 1500 anni prima e da allora non si erano mai più disputate. Alla faccia dell’editto bulgaro di Berlusconi… L’unico italiano che tentò di partecipare a quella prima olimpiade si … Continua a leggere

terremoto in piemonte

Domenica c’è stata una scossa più o meno leggera di terremoto praticamente sotto casa mia. Nulla a che fare con l’Abruzzo fortunatamente. Però sembra che si sia avvertita bene. Sembra anche che l’unico a non averla sentita sia stato io. Chi mi ha cercato per chiedere notizie non capiva come fosse possibile che non mi fossi svegliato dall’abbiocco post pranzo … Continua a leggere

Il mondo di Amélie a Sanremo

Nelle lunghe serate e nottate passate a riveder grafici e tabelle e a scrivere la solita ricerca, rimpiangendo di non essere un giardiniere professionista, ho seguito con una certa costanza il festival di Sanremo. Ammetto che la presenza di Bonolis ha aiutato a incoraggiarmi in questa scelta. Ci fossero stati Baudo o Carrà non so se avrei retto. Una bella … Continua a leggere

Isola dei famosi

 Ammetto di conoscere poco l’isola dei famosi, giusto per le imitazioni e gli articoli sul giornale. Questa che riporto sotto è fantastica. Magari lo sapevano tutti ma mi sembra giusto lasciarne traccia ai posteri. Carlo Capponi (non-famoso) NATO IL: 28 dicembre 1951 – PROFESSIONE: Custode universitario BREVE PROFILO: Vive all’interno dell’università di Bologna, di cui è custode da 20 anni. … Continua a leggere

Birilli e palle di lardo

Questa mattina la metropolitana era stranamente poco animata. Poca gente. Probabile che fosse passato da poco un treno. Aspettando che passino le poche fermate per arrivare in duomo, mi abbiocco un pochino pur stando in piedi. Al mattino mi riesce benissimo di spegnere i collegamenti senza nemmeno sedermi. Si arriva, si aprono le porte. Qualche persona di fronte sul marciapiede … Continua a leggere